Imparare WordPress online

Che tu sia un blogger alle prime armi, un imprenditore che ha bisogno di un sito vetrina per la propria attività o un professionista della rete, l’unico assioma al quale chiunque si cimenti con l’antica arte della comunicazione sul web pare che debba sottostare sembra essere, oramai da qualche anno, quello di avere un proprio spazio su WordPress. O almeno passarci per un periodo, prima di volgere la nostra attenzione su lidi che più si confanno alle nostre esigenze. Vediamo dunque quali sono gli strumenti che abbiamo a disposizione per imparare ad usare WordPress online, partendo dalle offerte più a portata di mano fino ad arrivare a quelle più peculiari.

Blog, forum, e siti di appassionati

Una semplice ricerca su Google può già darci interessanti risposte. Esistono infatti numerosi portali di informazione, molti dei quali in italiano, che dispensano utili guide su come approntare i primi passi verso la creazione della nostra pagina personale. Lo stesso forum di supporto di WordPress contempla una sezione in italiano, grazie al quale potremmo avvalerci dell’aiuto di utenti esperti e, se saremo fortunati, anche di veri e propri programmatori. Non disdegnate i video-corsi su YouTube: un po’ come accade con le pagine Wikipedia, se ci mettiamo di buona lena e impariamo a distinguere i contenuti di valore da quelli farlocchi, avremo buone possibilità di imbatterci in una guida ben strutturata che, anche se non farà di noi i nuovi Zuckerberg, ci permetterà comunque di mettere in piedi la nostra prima creatura.

Corsi a pagamento

Discorso diverso (ma non troppo) è quello dei corsi di WordPress. Anche in questo caso un buon motore di ricerca può essere nostro prezioso alleato. Il consiglio che vi diamo, visto che in questo caso dovrete investire soldi vostri, è quello di affidarvi a pagine che presentano evidentemente una buona struttura e non lasciano nulla al caso in termini di informazioni. Quelle che vanno per la maggiore sono attività condotte da liberi professionisti esperti di settore o aziende certificate che concedono corsi e videocorsi online, con tutor personale ed esercitazioni passo passo. Certo, quella di affrontare una spesa rispetto all’ipotesi di un corso gratuito potrebbe rivelarsi una sofferta decisione, ma generalmente la qualità dell’insegnamento risulta innegabilmente migliore.

Corsi universitari telematici

Per concludere, due parole sui corsi universitari telematici. Giganti del settore come Coursera e Future Learn offrono ciclicamente corsi online in affiliazione con le migliori università del mondo. Unica pecca, visto il carattere globale dei corsi, sono le lezioni impartite quasi esclusivamente in inglese, ma alla fine la soddisfazione sarà tripla: avrete imparato qualcosa, ricevere un attestato di partecipazione e sarete “andati” a lezione da veri docenti universitari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *